Come candidare un progetto

 

Candidare il tuo progetto su ItalyFunding è facile!

  1. Inviaci informazioni attraverso il form di candidatura descrivendo in breve il tuo progetto.
  2. Il team di ItalyFunding ti contatterà privatamente al più presto per discutere i dettagli del tuo progetto.
  3. Se il team di ItalyFunding lo riterrà valido il tuo progetto sarà pubblicato sul portale!

Attraverso questo link puoi inviare il tuo progetto!

Informazioni per l'impresa interessata a raccogliere capitale di rischio, o impresa offerente

Riflessioni preliminari per lanciare una campagna di equity crowdfunding

Indice degli argomenti trattati:

 

L'iter predisposto per la campagna di equity crowdfunding

Una impresa interessata a raccogliere capitale di rischio per il suo progetto attraverso l'equity crowdfunding dovrà preliminarmente prendere contatti con un portale quale ItalyFunding, alla seguendo l’iter predisposto ed operativo quale:

  1. Realizzazione del pitch deck.
  2. Stesura di un business plan.
  3. Adozione delle delibere di aumento del capitale.

 

Realizzazione del pitch deck

La presentazione dell'idea è affidata al pitch deck, il documento sintetico che presenta la start-up, il suo prodotto o servizio, il suo modello di business.

In genere esso è realizzato con strumenti come PowerPoint, Keynote o utilizzando template ad hoc, disponibili online.

La presentazione deve avere il fine di generare interesse verso l'idea, essere chiara ed attenta a non perdere l'attenzione del pubblico con informazioni che scendano troppo nel dettaglio.

Nella pagina del portale dedicata al progetto saranno poi contenute le ulteriori informazioni analitiche, necessarie per entrare nei dettagli del progetto.

Il materiale pubblicato deve avere grafica gradevole professionale e coordinata.

Cercherai di raccontarti attraverso una storia, che coinvolga emotivamente l'interlocutore, per riuscire a catturarne l'attenzione.

Riuscirai a tenere l'attenzione del pubblico per pochissimo tempo: le informazioni troppo dettagliate ed analitiche lo annoiano e non rappresentano probabilmente il miglior utilizzo del poco tempo a disposizione.

 

I punti fondamentali per la creazione di un efficace pitch deck

  1. Elevator Pitch. In pochissime linee cerca di comunicare la vision della tua start-up, colpendo emotivamente chi ti ascolta, esponi gli aspetti principali della tua azienda ed usa frasi ad effetto che facciano capire subito di cosa stai parlando.
  2. Traction & Momentum. Spiega a che stadio di sviluppo è giunta la tua azienda e perché questo è il momento giusto per investire in essa. Illustra le milestone che ha raggiunto la tua start-up perché quanto hai già fatto aiuta gli investitori ad orientarsi e capire le potenzialità del business.
  3. Opportunità di Mercato. Devi conoscere perfettamente il tuo mercato di riferimento e dimostrarlo agli investitori. Dovrai pertanto fornire una analisi, utilizzando dati estratti da fonti terze e pubbliche che citerai nella tua analisi. Ricorda che, salvo eccezioni, il tuo mercato di riferimento è globale, perlomeno area europea.
  4. Problemi che vengono risolti. Dovrai chiarire ed isolare quale è il fabbisogno attualmente non soddisfatto dal mercato e la proposta di valore, di natura qualitativa e quantitativa, che offri ai potenziali clienti per risolvere i loro problemi.
  5. Analisi della concorrenza. Dovrai spiegare chi sono i tuoi competitor, e come attualmente risolvono i problemi. È allarmante leggere nel tuo pitch deck che “nel settore specifico non ci sono ancora concorrenti” o frasi simili: ciò potrebbe essere indice di una analisi superficiale, tale da rendere non realistico l'intero progetto.
  6. Il tuo Prodotto o Servizio. Spiega ai tuoi potenziali investitori in cosa eccelli. Cerca di portare testimonianze dei tuoi clienti che hanno provato ed apprezzato il tuo prodotto.
  7. Business Model. Quanti clienti hai, quanti pensi di averne in futuro? Quanto pensi siano disposti a pagare, quanto pagano attualmente per le soluzioni alternative?
  8. Strategia di marketing. Per un investitore è fondamentale conoscere la strategia che intendi utilizzare e come pensi di utilizzare il capitale raccolto.
  9. Il team e gli stakeholder. Nel caso di business innovativi o con contenuti scientifici, la qualità del team è spesso il biglietto da visita fondamentale. Andranno illustrate le competenze e le esperienze di tutti i membri del team.
  10. Quote disponibili. La somma richiesta agli investitori dev'essere coerente con i dati esposti nel pitch deck. Andrà inoltre esplicitato chiaramente l'utilizzo previsto per le somme raccolte con il round d'investimento, per esempio l'industrializzazione del brevetto, una precisa campagna di marketing o altro. L'Investitore deve poi essere informato che potranno esserci ulteriori round d'investimento, per gli sviluppi futuri del business.

 

Stesura di un business plan

Nonostante il business plan sia un documento obbligatorio per poter raccogliere capitale di rischio attraverso l'equity crowdfunding, non sono prescritte forme particolari per la sua presentazione.

Con esso il lettore deve poter valutare l'iniziativa proposta e quindi comprendere, attraverso dati numerici, come, anche grazie al suo investimento, dovrebbe realisticamente svilupparsi il business.

In prima battuta possiamo dire che, una volta definita l'idea illustrata nel pitch deck, con il business plan l'imprenditore illustra lo sviluppo negli anni, in genere i tre successivi, delle vendite e dei costi, e quindi dei profitti, che rinverranno dallo sviluppo del business.

Alla base del progetto ci sono ipotesi ed assumptions che vanno esplicitate al lettore e la logica conclusione del progetto è l'indicazione del fabbisogno finanziario necessario per la sua attuazione.

 

Adozione delle delibere di aumento del capitale sociale

A coloro che investono nelle società attraverso l'equity crowdfunding viene assegnata una partecipazione al capitale sociale, cosicché essi divengono soci a tutti gli effetti.

È quindi necessario che i soci preesistenti deliberino un aumento di capitale da riservare ai nuovi soci, mediante una apposita assemblea societaria.

Poiché ai nuovi soci possono essere assegnati diritti molto diversi, essi vanno definiti in funzione delle caratteristiche specifiche dell'iniziativa proposta.

 

Attraverso questo link puoi inviare il tuo progetto!

Questo sito utilizza i cookie per il tracciamento anonimo degli accessi alle pagine. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.